Siti
Navigare Facile

Storia dell'Emilia Romagna

Le Origini dell'Emilia Romagna

L'Emilia Romagna prende il proprio nome dal console romano Marco Emilio Lepido, ispiratore della via Emilia che dal lontano 187 a.C. rappresenta l'ossatura stradale della regione.

La presenza degli antichi Romani è stato indubbiamente significativa per il destino della fertile Emilia Romagna le cui origini risalgono però a ben prima dell'Impero.

La regione padana è stata, infatti, abitata fin dal Paleolitico inferiore e durante l'età del Bronzo ha rappresentato il centro della cultura definita appenninica.

L'Emilia Romagna ha successivamente ospitato la principale tra le popolazioni dell'età del Ferro, chiamata villanoviana in onore alla località di Villanova di Castenaso, che si trova in provincia di Bologna, dove sono riemersi i resti di una necropoli dall'eccezionale valore storico ed archeologico.

Dai villanoviani sono poi discesi gli Etruschi che nel corso del V secolo a.C. hanno fatto risplendere l'Emilia Romagna dando vita a numerose città tra le quali citiamo Felsina, l'antica Bologna, ed i centri abitati sorti nella valle del Reno.

I manufatti risalenti all'epoca ci ricordano quanto fosse raffinata la civiltà etrusca la quale ha poi lasciato spazio ai Celti giunti dal nord ed ai Romani.

L'affermazione della potenza romana prende il via principalmente dalle due colonie di Placentia (Piacenza) e Ariminum (Rimini) e proprio nella città romagnola famosa per la villeggiatura estiva troviamo resti di immenso valore, tra i quali il Ponte di Tiberio e l'Arco di Augusto.